Menu Principale

per acquistare scrivi a
info@stefanovietina.it

20,00 euro
15,00 euro
16,00 euro
15,00 euro
12,00 euro
anche in eBook a €4,99
10,00 euro
anche in eBook a €4,99



I libri che ho pubblicato





Seguitemi anche  su

dolomitichannel---------Arco News---

PostHeaderIcon News

 

Vai all'anteprima

dei miei articoli

pubblicati

 

 

2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018

PostHeaderIcon "Io vivo in montagna " e "Storie di uomini e imprese" di Stefano Vietina

Dopo quelle raccolte nel volume STORIE DI UOMINI E IMPRESE CHE FANNO VIVERE LA MONTAGNA, altre 53 storie che riguardano imprenditori dell’industria meccanica, alimentare e del turismo, artigiani, pittori, musicisti, attori, gelatieri, albergatori, amministratori pubblici,  sportivi,  fotografi… e ancora Regole, Banche, Musei... Sono le 53 storie raccolte nel nuovo libro, IO VIVO IN MONTAGNA, che prosegue la raccolta degli articoli usciti sul Corriere delle Alpi e rappresentano la mia personale indagine su tutto ciò che crea economia in montagna.

Presentazione di Antonio Ramenghi, direttore di Corriere delle Alpi, Il Mattino di Padova, la Nuova di Venezia e Mestre, la Tribuna di Treviso

Prefazione di Massimo Marchiori, Professore di Computer Science, Università di Padova, Visiting professor al Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston

312 pagine a colori, formato 15x21, euro 12,00

Per acquistare il libro scrivi a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

(Dal risvolto di copertina):

“Io vivo in montagna”: più che un titolo, un manifesto.  La rivendicazione di un’appartenenza che, pur non essendo propriamente fisica, dato che l’autore è nato e vive in pianura, è tuttavia profondamente ed  orgogliosamente  ideale.

Un’adesione, insomma, ai valori umani e alle peculiarità ambientali che rendono la vita in montagna così bella e insieme così difficile, quasi una sfida, un atto di volontà, una scelta di campo: ricordate il famoso discorso “Ich bin ein Berliner” di kennedyana memoria?

Ma non si parla, qui, di sfide alle pareti rocciose, né di conquiste alpinistiche o della semplice ricerca di paradisi incontaminati.

Qui si tratta di imprese, spesso eroiche, nell’ambito dell’economia, dell’arte, della cultura, dello sport.

Anziché insistere sui tanti problemi che affliggono la montagna (tagli alle risorse per mobilità, servizi, scuole, ospedali, ecc.) di cui le cronache dei giornali danno conto quotidianamente, e che riflettono comunque solo una parte del fenomeno, l’autore sceglie infatti uno sguardo in positivo, cercando di descrivere le molteplici, variegate realtà che ancora consentono alla gente di montagna di vivere, creare economia, curare il territorio, attrarre turisti, contribuire al benessere generale.

Perché, non dimentichiamolo, la pianura è debitrice alla montagna per molti aspetti, primo fra tutti le risorse idriche, bene comune di fondamentale importanza.

Ecco allora una panoramica di ciò che ancora, pervicacemente, la gente di montagna si ostina a portare avanti, cercando di contemperare sviluppo e difesa dell’ambiente, entrambi patrimonio delle generazioni future.

Il libro raccoglie una selezione degli articoli pubblicati da Stefano Vietina sul Corriere delle Alpi, a partire da gennaio 2012, per oltre un anno, ed è il proseguimento del lavoro di paziente ricerca delle realtà meno note dell’economia del Comelico e del Cadore, iniziato nel 2010, che già aveva trovato una prima sintesi nel volume “Storie di uomini e imprese che fanno vivere la montagna”, edito nel 2011.

Un nuovo, appassionato atto d’amore.

... Che fa seguito al primo volume, contenente 45 storie di uomini e imprese che fanno vivere la montagna.

"La montagna vive veramente solo se è abitata, curata ed accudita da coloro che ci sono nati e che vi risiedono tutto l’anno.
In un’epoca dominata dalla globalizzazione, come la nostra, che cosa significa abitare, lavorare e creare ricchezza, opportunità e sviluppo in un’area dove le “comunicazioni” in senso lato sono più difficili? E' necessario inventarsi qualcosa, e cadorini e comeliani, gente “tosta” ci ha provato e ci sta provando.
Il libro, che è costituito integralmente da articoli pubblicati in un anno (o in via di pubblicazione) dal Corriere delle Alpi, racconta storie ben situate nel tempo e nello spazio.

Ho voluto raccoglierle e proporle al pubblico come una carrellata di storie di persone e aziende grandi e piccole che stanno tenacemente cercando di dare un futuro a questo territorio.

Presentazione di Omar Monestier, direttore del Corriere delle Alpi, e Il Mattino di Padova
Prefazione di Gianpiero Dalla Zuanna, Preside della Facoltà di Scienze Statistiche dell'Università di Padova

238 pagine a colori, formato 15x21, E.10,00    Leggi le recensioni

Share

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon Franz Senfter in Comelico: un successo

Franz Senfter incontra i comeliani

Dall'articolo di Lucio Eicher Clere pubblicato sul Gazzettino del 26 novembre 2011:

"Circa duecento persone hanno affollato ieri sera la soffitta del palazzo Zandonella Dall'Aquila sede del museo Algudnei, a Dosoloedo, per sentir parlare Franz Senfter, l'imprenditore pusterese che ha deciso di investire sul comprensorio sciistico di Padola. Le domande del giornalista Stefano Vietina erano quelle che i tanti comeliani avrebbero voluto fargli per capire se ci sarà speranza per il futuro turistico della vallata..." Leggi il seguito.

Articolo sul Corriere delle Alpi; link al Corriere delle Alpi

Share

 

PostHeaderIcon Un articolo sul mensile "Le Tre Venezie"

L'Orto Botanico di Padova: patrimonio mondiale Unesco

Il Mensile "Le Tre Venezie" in edicola da novembre 2011 è interamente dedicato ai siti culturali patrimonio mondiale Unesco del Veneto ed ospita un mio articolo sull'Horto Medicinale dell'Orto Botanico dell'Università di Padova, il più antico del mondo, fondato nel 1545.

Guarda le altre pagine 102/3 - 104/5

Share

 

PostHeaderIcon Un articolo sul mensile "Bellunesi nel Mondo"

10.000 copie del Comelico... in giro per il mondo!


La copertina del numero di gennaio 2012 della rivista Bellunesi nel Mondo riproduce una mia fotografia scattata alla stazione di partenza della seggiovia di Padola, in Comelico Superiore (BL).

All'interno un mio articolo dal titolo "Turismo in Val Comelico: una 'nuova' stagione di investimenti ed opportunità" ed una recensione al mioultimo libro "Storie di uomini e imprese che fanno vivere la montagna".

La rivista è l'organo ufficiale dell'Associazione Bellunesi nel Mondo e viene stampata in 10.000 copie, di cui oltre 6.000 diffuse fra i bellunesi residenti all'estero.

Leggi la recensione

Share

 
Notice